Mercato digitale oltre i 70 miliardi corre l’intelligenza artificiale: +61%

Per il 2018 è attesa una crescita del 2.3% del mercato digitale, si amplia il divario di spesa tra piccole e grandi imprese.

Il mercato del digitale resta in crescita, trainato dai settori industriali che in modo più veloce stanno attraversando la trasformazione 4.0, e quest’anno supererà la soglia dei 70 miliardi di euro. Il rapporto Anitec-Assinform segnala anche l’aumento del gap tra piccole e grandi imprese e i ritardi della digitalizzazione della Pubblica amministrazione. Dopo il ritorno al segno più nel 2017 (+2.3%), il mercato digitale crescerà del 2,3% quest’anno e del2,8% e avrà un tasso di sviluppo medio fino al 2020 pari al 2,7%. L’area Ict più tradizionale va a ritmo ridotto mentre corrono i cosiddetti “digital enabler” come internet of things, cloud, cybersecurity e mobile business, che ormai rappresentano una fetta che vale un sesto dell’intero mercato nazionale. Se c’è una costante nei dati del mercato italiano, è la vivacità dei nuovi segmenti: blockchian intelligenza artificiale, big data, IoT. Un esempio su tutti: nel triennio 2015-2017 la vendita di soluzioni di Artificial intelligence e cognitive computing, pur restando su valori assoluti ancora bassi, è cresciuta al tasso medio annuo del 61,4%, a quota 79,8 milioni. Ed è intorno a queste voci che i principali settori industriali stanno realizzando la loro trasformazione digitale. Se c’è invece una linea di discontinuità in questo disegno è la distanza tra le piccole e le grandi imprese. Alla crescita del 4,8% per le aziende con più di 250 addetti, si contrappone il 3% di quelle sotto i 50. Non sorprende più di tanto, infine, il ritardo della Pubblica amministrazione, da anni in affanno nei processi di digitalizzazione. Anitec-Assinform sottolinea ad esempio come, a fronte di 16mila adesioni, siano ancora poche le transazioni di paga­ menti con PagoPa («poco più di 7 milioni a marzo, contro un target di 50 milioni per il 2018»). Nella sanità, solo il25% degli assistiti, sempre a marzo 2018, aveva attivato il fascicolo elettronico (target 2020 al 70%).

Questi dati dimostrano che sono stati fatti passi in avanti sul fronte delle nuove competenze. Occorre, però, investire ancora molto per superare il divario culturale nel mercato del digitale, soprattutto come è emerso nella ricerca tra piccole e grandi imprese, che faticano a sostenere iniziative tecnologiche. Anche nel campo della comunicazione sono spesso legate ai metodi più tradizionali rispetto a quelli che può offrire il mercato digitale.

Consulting for innovation affianca le imprese e le aiuta ad individuare i giusti strumenti per effettuare gli investimenti necessari per il rilancio aziendale e la crescita del fatturato.

 

Data Pubblicazione: 25/10/2018
Scritto da: Matteo Carmine Fotina
Pubblicato su: IL SOLE 24 ORE

Fonte: http://www.assinform.it/sala_stampa/parlano_di_noi/mercato-digitale-oltre-i-70-miliardi-corre-l-intelligenza-artificiale-61.kl