Credito alle imprese con Consulting for Innovation

Consulting for innovation sostiene le imprese nella individuazione dei migliori strumenti che il sistema creditizio tradizionale e la Finanza alternativa mettono a disposizione delle PMI.

La grande recessione – crisi economica mondiale che ha avviato negli Stati Uniti d’America nel 2007 con la famosa crisi dei subprime, ha posto delle grandi problematiche in tema di credito alle imprese, sconvolgendo tutti i paradigmi operativi dei soggetti economici operanti sul territorio italiano ed europeo e costringendo i più importanti soggetti istituzionali a intervenire pesantemente sulla normativa e sul funzionamento di tutti i soggetti coinvolti.

L’accesso al credito alle imprese è difficoltoso soprattutto a causa di una forte ASIMMETRIA INFORMATIVA tra i nuovi criteri di valutazione del merito creditizio e le metodologie di gestione delle relazioni da parte del sistema imprenditoriale, figlie di un metodo di fare e gestire l’impresa ormai superato.

Ma, come affermato da Galileo Galilei, dietro ogni problema si nascondono delle grandi opportunità.

Oggi sia il sistema bancario – soprattutto in virtù dei forti incentivi dagli interventi della BCE tramite il Quantitative Easing – che il mercato dei capitali sono dotati di liquidità a basso costo ma di difficile impiego. Gli istituti di credito non riescono ad utilizzare a pieno tale liquidità per finanziare lo sviluppo delle imprese poiché vi è una forte ASIMMETRIA INFORMATIVA tra i nuovi criteri di valutazione del merito creditizio (molto più rigidi e strutturati di un tempo, dopo l’avvento dei provvedimenti BASILEA 1,2 e 3) e le metodologie di gestione delle relazioni da parte del sistema imprenditoriale, figlie di un metodo di fare e gestire l’impresa ormai superato. L’accesso al credito alle imprese va dunque programmato, pianificato, curato nei minimi dettagli.

CONSULTING FOR INNOVATION, con il proprio Team di professionisti, punta ad eliminare queste ASIMMETRIE per facilitare il percorso di avvicinamento delle imprese attraverso due tipologie di approccio: una più tradizionale rivolto al dialogo con il sistema bancario; l’altra mediante l’utilizzo di strumenti di origine anglosassone (crowfunding, peer to peer landing, ecc) alternativi al sistema creditizio tradizionale.

L’obiettivo è quello di fare in modo che le imprese abbiano il credito necessario ma rimanendo legate a due principi fondamentali: l’approvvigionamento del denaro deve essere a basso costo e non deve eccedere le reali esigenze del soggetto economico che lo ottiene.

Lo studio delle problematiche dei clienti e la definizione e individuazione delle soluzioni da mettere in campo è realizzata dalla Consulting for Innovation a titolo non oneroso.

Il cliente sarà chiamato a investire delle risorse solo dopo aver preso conoscenza della soluzione alle sue difficoltà operative / gestionali / finanziarie. A quel punto il soggetto potrà liberamente e autonomamente decidere se procedere o meno acquistando il servizio, non avendo contratto in precedenza alcun tipo di vincolo contrattuale per la prima analisi di studio.